CHOCOLAT 3B – BlogCast

Diario dove raccontiamo la nostra esperienza di podcaster

INTERVISTA IMPOSSIBILE (3)

In perfetto stile Marzullo ci facciamo le domande e ci rispondiamo.

Pregiatissimi Illustrissimi Chiarissimi Egregi Nostre Altezze e Santità Professori della scuola conservatrice, cosa ne pensate dell’uso della tecnologia a scuola?

Vade retro Satana!

È solo una perdita di tempo, un modo per accattivarsi la simpatia degli studenti, ma senza alcun beneficio per la loro educazione e crescita. Chissà dove andremo a finire di questo passo. Ci ritroveremo a fare lezione dentro una sala-giochi!

Avete mai fatto uso di qualche mezzo tecnologico, al di fuori della scuola?

Giammai! Che la tentazione si allontani da noi!

In un’occasione ho trovato mio figlio che si registrava mentre ripeteva Storia. E poi quel Menger! È stato tutto il pomeriggio a scrivere ai suoi amici, abbreviando in maniera improponibile ogni singola parola. Ora capisco perché in Grammatica italiana va così male! Ho provato a minacciarlo, a dirgli di non farne più uso, altrimenti gli avrei sequestrato il computer, ma lui mi ha risposto con disprezzo:

“Si chiama Messenger e non Menger!”.

Non pensate che i nuovi strumenti didattici potrebbero integrarsi con i metodi tradizionali d’insegnamento?

Noi siamo i paladini della lavagna e della cancellina, ultimi custodi del Sacro Graal delle uniche e valide lezioni frontali in cui è il professore a riempire di nozioni gli alunni-vasi di pandora, i quali hanno il sommo dovere di non interrompere la spiegazione, intervenire, criticare o più semplicemente pensare.

I vostri colleghi europei fanno uso di registri elettronici riducendo lo spreco di carta e di lezioni-audio su internet che danno la possibilità agli studenti volenterosi di ripassare o approfondire gli argomenti trattati in classe, o più semplicemente di rimanere al passo con il programma scolastico quando sono costretti a casa perché ammalati.

“E che diavoleria sarebbe mai questo registro-elettronico? Pensate davvero che gente come me, che non sa neppure accenderlo un computer, possa utilizzare un registro di questo genere?!”.

“Ma cosa dici! Non fateci caso, ultimamente il mio collega è un po’ stressato. Credo tuttavia di poter interpretare il suo pensiero. Voleva dire in realtà che noi professori vecchio stampo siamo talmente abituati a scrivere a mano sul registro tradizionale, che sarebbe un peccato cambiare. Anche se spesso dobbiamo riscrivere più e più volte le descrizione degli alunni, i voti, i giudizi, sarebbe un dispiacere rinnovare tutto quanto. Certe cose diventano come un rito che dona rassicurazione e pace.

Riguardo alle lezioni-audio rispondo che gli alunni, oggi come oggi, non ascoltano neppure le lezioni in classe, figurarsi quelle su internet!”.

Avete sentito parlare, in questi ultimi tempi, del podcast Chocolat3b?

“È forse un nuovo tipo di cioccolato svizzero?”

“Ma va! Sarà di sicuro un ritrovato di droga dei giovani d’oggi!”.

“O un ordigno terroristico”.

“Nulla di tutto questo. Ho letto sul giornale che si tratta di un esperimento che ha fatto un professore con i suoi alunni”.

“Poveri ragazzi, chissà cosa avranno dovuto subire…”.

Calma signori, vi spiego di cosa si tratta. Un vostro collega, che ha preferito celare la propria identità per non cadere sotto la scure della Santa Inquisizione, ha insegnato poesia attraverso i successi dei cantautori italiani, facendo uso del Podcast.

La solita sperimentazione (vista e rivista, trita e ritrita) da professore alternativo Anni ‘70. La scuola italiana da lì non riesce a muoversi.

Che poi, questo benedetto porcast, sapete dirmi voi cos’è!?”.

Annunci

2 commenti su “INTERVISTA IMPOSSIBILE (3)

  1. Joe96
    01/13/2010

    Ciao raga,e salve prof,
    Volevo solo dire che siamo………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..MITICISSIMI!!!!!!!!! Joe96

  2. Monica
    01/20/2010

    Da poco una collega ha condiviso questa poesia.
    Ho trovato questa versione e la dedico a voi…professori “vivi” e studenti entusiasti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 01/01/2010 da con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: